Ultimo aggiornamento04:51:02 PM GMT

Sei qui: Sport Articoli Banca Mediolanum veste con la Maglia Azzurra il miglior scalatore del Giro d'Italia

Banca Mediolanum veste con la Maglia Azzurra il miglior scalatore del Giro d'Italia

E-mail Stampa PDF
Giro maglia Mediolanum

Per il 19° anno consecutivo è sponsor della Maglia del Gran Premio della Montagna

Milano – Più che una partner è una compagna di viaggio di quelle che, se non ci sono, ne senti la mancanza. Banca Mediolanum e il Giro d'Italia vanno a braccetto per le strade e sulle salite da quasi un ventennio. Il Giro, che partirà da Torino sabato 8 maggio, li vedrà insieme per la diciannovesima volta. Per il decimo anno Banca Mediolanum vestirà la Maglia Azzurra – colore distintivo anche dell'azienda milanese - istituita nel 2012.

Paolo Bellino, Amministratore Delegato e Direttore Generale RCS Sport, ha dichiarato: "La 104esima edizione del Giro d'Italia, che parte l'8 maggio da Torino, segnerà il 19esimo anniversario della partnership con Banca Mediolanum, sponsor della Maglia Azzurra. Parlare di sponsorizzazione è riduttivo dal momento che Banca Mediolanum è oramai una storica compagna di viaggio della Corsa Rosa. La nostra collaborazione con la Famiglia Doris, grandi appassionati di ciclismo, è ormai consolidata e speriamo possa proseguire ancora a lungo".

"Ogni Giro d'Italia, da 19 anni, ci fa rivivere sempre le stesse meravigliose emozioni che si rinnovano insieme, tappa dopo tappa" - afferma Massimo Doris, Amministratore Delegato di Banca Mediolanum. "L'azzurro della nostra maglia è il colore dei nostri cieli e dei nostri mari ma rappresenta anche il simbolo di tutta l'Italia che, dopo le fatiche di una lunghissima salita, taglia il traguardo della ripartenza. Banca Mediolanum affianca tutti i risparmiatori e supporta le piccole e medie imprese italiane affinché possano tornare a guardare con fiducia al futuro, a crescere e a vincere anche questa corsa. Intendiamo essere il sostegno per il nostro 'Bel Paese', citando Dante nell'anno dei 700 anni dalla sua morte".

Redazione