Ultimo aggiornamento05:10:44 AM GMT

Sei qui: Cultura e Spettacolo Articoli Breaking Bread - Condividiamo l'arte, dal MAMbo su NEU Radio

Breaking Bread - Condividiamo l'arte, dal MAMbo su NEU Radio

E-mail Stampa PDF
NEU Radio Nuovo Forno Pane

Nuovo format per il Nuovo Forno del Pane, da giovedì 10 Settembre 2020 h 11.00 - 13.00

Bologna. Domani giovedì 10 settembre 2020, dalle h 11.00 alle 13.00, va in onda la prima puntata di Breaking Bread - Condividiamo l'arte, un format radiofonico settimanale dagli studi della Sala delle Ciminiere del MAMbo a cura di NEU Radio, per documentare e raccontare le attività del Nuovo Forno del Pane aprendo una finestra sul mondo dell'arte a partire dal distretto culturale bolognese fino a nuovi confini geografici.

Il primo ospite del ciclo di interviste sarà Lorenzo Balbi, direttore artistico del museo, che inquadrerà il progetto del Nuovo Forno del Pane, dal suo concepimento ai suoi più recenti sviluppi.
Interverranno inoltre: Daniele Del Pozzo e Mauro Meneghelli, direttori artistici della nuova edizione di Gender Bender, per un racconto della diciottesima edizione del festival, quest'anno immersa nel verde urbano del Parco del Cavaticcio; Marcello Tedesco, creatore del Museo Temporaneo Navile per introdurre la mostra Project Room Neutral; forniranno poi un quadro di Manifesta 13, la Biennale Nomade Europea, giunta alla tredicesima edizione, che sbarca quest'anno a Marsiglia, Melania Rossi, critica d'arte e curatrice, co-curatrice insieme a Bianca Cerrina Feroni della mostra Real Utopiaspresentata nell'ambito di Manifesta 13 Marseille e Francesca Palmieri, project manager per la cultura, coordinamento e comunicazione della mostra Real Utopias.

A partire dal 17 settembre la parola passerà agli artisti del Nuovo Forno del Pane, con il seguente calendario:

17/9 Giuseppe De Mattia
24/9 Rachele Maistrello
1/10 Vincenzo Simone
8/10 Mattia Pajè
15/10 Allison Grimaldi Donahue
22/10 Letizia Calori
29/10 Paolo Bufalini
5/11 Eleonora Luccarini
12/11 Ruth Beraha
19/11 Massiel Leza
26/11 Francis Offman
3/12 Filippo Tappi
10/12 Bekhbaatar Enkhtur.

Per ascoltare le puntate: NEU Radio

Nuovo Forno del Pane è un centro di produzione interdisciplinare che modifica, fino a dicembre 2020, gli spazi e la funzione della Sala delle Ciminiere del MAMbo: non più spazio espositivo ma spazio di produzione, comunità creativa in cui l'arte diventa pane per la mente e il museo si trasforma in forno, incubatore della creatività, spazio che Bologna offre ai suoi artisti per ripartire, per rinascere dopo questa emergenza planetaria.
Con Nuovo Forno del Pane il Comune di Bologna, l'Istituzione Bologna Musei e il MAMbo si sono mobilitati assumendo un ruolo di maggiore responsabilità sociale a sostegno di categorie particolarmente colpite dalla crisi legata alla pandemia da Covid-19: artisti e creativi in genere, che nel museo hanno sempre visto un punto di riferimento con il quale confrontarsi nell'ambito delle loro pratiche, e oggi vi trovano uno spazio di lavoro formando una vera e propria comunità.
Nuovo Forno del Pane si realizza grazie al supporto del main partner UniCredit e ai partner Gruppo Hera, Gruppo Unipol, IMA.

NEU Radio è il progetto dell'Associazione Humus, un gruppo di autori, giornalisti e conduttori radiofonici di Bologna provenienti dal mondo della radio in FM, uniti dal desiderio di promuovere la libera espressione in tutte le sue forme, grazie al mezzo radio. Ha debuttato sul web il 1 aprile 2018 (www.neuradio.it) come audio magazine e da giugno 2019 è in streaming 24 ore su 24.
Trasmettere da luoghi simbolo e aprirsi a collaborazioni locali ed internazionali, permette alla radio di essere testimone diretta, documentando da vicino il fermento culturale e musicale. Lo streaming web, inoltre, apre le porte a un racconto internazionale, portando la radio ovunque nel mondo.
Il progetto di partnership tra NEU Radio e il MAMbo per il Nuovo Forno del Pane si inserisce in un'ottica di collaborazione e scambio continuo tra realtà cittadine impegnate nella cultura e nei temi sociali che caratterizza l'emittente fin dall'esordio, con l'obiettivo di creare una forte rete di contatti con gli artisti, la società civile locale e di restituirne l'esperienza a un pubblico globale.

( Credit: foto Valentina Cafarotti e Federico Landi )

Redazione