Ultimo aggiornamento05:10:44 AM GMT

Sei qui: Attualità Articoli Prevenzione Coronavirus: test sierologici gratuiti per i cittadini di Sasso Marconi tra 18 e 40 anni

Prevenzione Coronavirus: test sierologici gratuiti per i cittadini di Sasso Marconi tra 18 e 40 anni

E-mail Stampa PDF
coronavirus

Toccherà anche Sasso Marconi l'indagine epidemiologica promossa dal Dipartimento di Sanità Pubblica di AUSL Bologna per monitorare la diffusione del Coronavirus tra i giovani.

L'andamento della malattia evidenzia come, negli ultimi tempi, ad essere più colpiti dal virus siano gli under 40 che, per abitudini e stili di vita, sono più esposti alle relazioni interpersonali (che hanno un'alta incidenza nella diffusione del contagio).
Di qui la scelta di AUSL di promuovere una campagna di screening che toccherà gli 11 comuni* del bolognese in cui si sono avuti più casi di Coronavirus rispetto alle medie registrate sul territorio provinciale, offrendo a un campione di 5.500 cittadini tra 18 e 40 anni di età, la possibilità di sottoporsi a test sierologico rapido per individuare la presenza di anticorpi al Covid-19.

Tra il 14 e il 16 settembre la campagna farà tappa a Sasso Marconi, dove i test verranno svolti in modalità drive-through, transitando con l'auto dal parcheggio del Parco Marconi di Viale Kennedy e fermandosi solo per il tempo necessario per consentire il prelievo di una goccia di sangue dal dito. L'analisi dei campioni verrà effettuata in tempo reale sul mezzo mobile AUSL presente nel parcheggio: l'esito si ottiene in 15 minuti e, in caso di positività agli anticorpi IgG e IgM responsabili del Covid-19, ci si potrà sottoporre sul posto ad un tampone naso oro-faringeo per diagnosticare l'eventuale presenza del virus.

I test sono gratuiti e si effettuano su base volontaria. I posti disponibili per i cittadini di Sasso Marconi sono 785 e per sottoporsi al test occorre aver prima effettuato la prenotazione online sul sito www.ausl.bologna.it collegandosi al link https://bit.ly/2QS1U6Q  (già attivo).

I risultati dell'indagine consentiranno ad AUSL di pianificare interventi sanitari finalizzati a prevenire lo sviluppo del contagio nei territori più a rischio e ad affrontare i futuri scenari dell'epidemia Covid-19 sul territorio bolognese.

Redazione